MOAS

Movimento per l'Adeguamento Sociale        
													
 

 torna a  Approfondimenti (articoli)

 torna alla  Prima pagina

 

 

 

   

 

2 aprile 2013

 

     attacco al mondo     V130402

        

gli Stati pagano la stampa e la fornitura delle banconote, effettuata dalle banche centrali private,

o sostanzialmente private, col valore che corispondera' poi a quel denaro quando messo in circolazione.

questa cosa insensata crea un costo insostenibile e poi un debito enorme per gli Stati,

ricattabilita’ a causa di debito e necessita’ di svendita del patrimonio.

questa condizione e’ una delle cause principali della attuale crisi economica.

si tratta di un caso o di una strategia per l’ appropriazione ed il controllo del mondo ?

 

Cloy Deumas  _  www.moas.it   /.net

 

 

__Copyright MOAS.it / .net

liberamente utilizzabile per scopi non commerciali, con citazione della fonte, senza apporto di modifiche

 

si invita ad inoltrare, con l' invito ad effettuare poi invio ad altri,
in modo da diffondere queste riflessioni

ed aprire al piu' presto una ampia discussione
su questi argomenti fondamentali.

 

 

 

premessa:

i concetti che seguiranno sono espressi in forma volutamente semplificata

e per certi versi metaforica, al fine di rendere piu’ facile la focalizzazione

del nucleo concettuale proposto.

questo tipo di esposizione non permette la descrizione nel dettaglio dell’ organizzazione economica attuale,

che viene comunque riportata nei suoi meccanismi fondamentali.

 

 

MDS XCR significa moneta della collettivita’ finalizzata alla creazione di ricchezza

(moneta di Stato per la creazione di ricchezza).

 

MDS XCR e’ il meccanismo economico centrale di ogni societa’,

e’ il piu’ potente elemento conosciuto capace di creare sviluppo e benessere diffuso.

di gran lunga superiore a qualsiasi altra possibile organizzazione per la crescita di una societa’.

le attivita’ economiche private sono solo un elemento secondario, arricchente le possibilita’

di una colletivita’, ma che non puo’ sostituire in alcun modo MDS XCR,

dato che la sola attivita’ economica privata sarebbe insostenibile,

avendo questa costi pari agli stipendi piu’ tutto quanto altro necessario

ed avendo invece il mercato possibilta’ di acquisto pari ai soli salari.

 

MDS XCR ha una sua collocazione propria.

lo Stato, cioe’ la collettivita’, per accordo sociale, crea un elemento convenuto di riconoscimento e di scambio,

la moneta, con cui, tralasciando la sua utilita’ nella ottimizzazione degli scambi,

puo’ soprattutto avviare creazione di ricchezza per azione di Stato, a costo zero,

compensando con la moneta convenuta le prestazioni delle persone che hanno contribuito

a creare ricchezza attraverso queste realizzazioni

 

si tratta di un meccanismo semplice e geniale, che permette l utilizzo di tutte le risorse possibili

ed il pagamento degli apporti attraverso le stesse risorse realizzate.

quello che avviene e' infatti sostanzialmente questo, con la sola variante che

la moneta convenuta evita che il pagamento degli apporti alle realizzazioni

avvenga in modo piu’ complicato attraverso la distribuzione di parti delle realizzazioni stesse.

 

la moneta non ha quindi alcun valore reale, e’ carta e solo un elemento convenuto,

ma assume un valore concreto quando attraverso essa si sia realizzato una ricchezza effettiva.

e’ il valore di quello che sara’ stato realizzato attraverso questo elemento convenuto

che coprira’ il valore effettivo della moneta, che altrimenti non ne avrebbe.

 

si puo’ immaginare una ipotetica collettivita' di persone, isolata, che si stia organizzando,

e che questo ipotetico gruppo di individui decida di riconoscere, attraverso un elemento convenuto in una propria moneta,

gli apporti che i singoli componenti daranno alla costruzione di questa societa’.

in questo modo questa collettivita’ potra’ utilizzare tutta la sua popolazione e tutte le capacita’ disponibili.

verranno realizzate case, ponti, fattorie e tutto quanto altro necessario.

al termine di queste realizzazioni la piccola collettivita’ riconoscera’ i vari apporti dati attraverso la propria moneta convenuta;

a ciascuno verra’ “pagato” quanto apportato, attraverso questo elemento di riconoscimento.

e quella che all’ inizio sara’ stato solo un elemento convenuto privo di valore, dopo le realizzazioni compiute,

assumera’ un valore concreto. Il suo valore corrispondera' a quello che effettivamente

ed utilmente sara’ stato realizzato.

chi venisse successivamente in possesso della moneta di questa collettivita’, avra’ un valore concreto

da utilizzare o da scambiare all interno di questo gruppo

ed anche all esterno.

 

il costo di questa moneta convenuta, per questa ipotetica societa’, sara’ stato sostanzialmente zero,

avendo avuto questa come costo di realizzazione solo quello della carta e dell inchiostro necessari per stamparla,

o, in presenza di denaro elettronico, avendo avuto il solo costo del computer necessario per inviare accrediti.

il suo valore effettivo sara’ presente successivamente, e sara’ corrispondente alle realizzazioni ottenute con il suo utilizzo.

a realizzazioni inutili si otterra' inflazione, cioe’ un eccesso di moneta circolante a parita’ di ricchezza effettiva presente,

ma in caso di realizzazioni significative, il valore del denaro immesso per pagarle, corrispondera' al valore di quanto realizzato,

e chi ne sara’ in possesso avra’ un titolo molto concreto.

 

questo e’ MDS XCR. il piu’ potente meccanismo per lo sviluppo di qualsiasi collettivita’ oggi disponibile.

 

la condizione nella quale una collettivita’ non potesse utilizzare questo meccanismo unico

inibirebbe drammaticamente lo sviluppo della collettivita’.

 

ora, nessuna collettivita potra', mai, in alcun modo, pagare la stampa della grande quantita’ di banconote necessaria

per dare riconoscimento alle realizzazioni di cui necessita

con la ricchezza reale che corrispondera’ poi a questa moneta quando sara’ sul mercato.

come sarebbe possibile pagare la realizzazione di industrie, autostrade, elettrodotti, università, ospedali

e poi pagare a questi realizzatori esterni di moneta, che sono le banche private di affari, il costo della stampa

dei titoli di riconoscimento utilizzati con la ricchezza reale che sara’ poi corrispondente a questi titoli ?.

o che senso ha pagare stampa e fornitura di pezzi di carta con la successiva vera ricchezza che sara’ corrispondente

a quella moneta stampata ?

 

ma di fatto proprio questo si e’ venuto a creare, per vari motivi, in Europa

e per questa strampalata situazione, si e’ gia’ determinato il blocco di MDS XCR,

cioe’ la paralisi del piu’ potente meccanismo disponibile per la crescita delle collettivita’.

 

ed il fatto che le collettivita’ non potranno mai pagare la stampa del denaro necessario per le proprie necessita’ di crescita

con la successiva ricchezza reale corrispondente, le costringera’, per poter sostenere questi pagamenti,

a chiedere ulteriore denaro stampato, all' infinito,

creando un debito verso il suo fornitore di certificati di credito (di moneta) sempre inevitabilmente crescente

e mai risolvibile.

ed anche questo sta gia’ accadendo da tempo.

 

anche il blocco di richiesta di denaro a questi procacciatori esterni di certificati di credito,

se non sostituita con una produzione propria, di Stato, a costo zero, sarebbe comunque dannosa,

perche' fermerebbe comunque il processo MDS XCR,

e non escluderebbe la necessita’ di dover pagare con ricchezza reale i pezzi di carta avuti in precedenza.

ed anche questo sta accadendo,

perche’ questa e’ la direzione che ha preso la attuale programmazione europea.

 

il livello di debito verso queste “stamperie esterne di certificati di credito”, alla fine,

non puo’ che svilupparsi in modo cosi elevato da comportare la svendita per debiti

dell' intera ricchezza presente sul territorio delle societa' ai procacciatori di questi certificati di credito.

anche questo si sta gia’ ampiamente realizzando.

 

come risulta evidente, i gestori di queste stamperie di denaro per le collettivita’ si trovano oggi in possesso

di un incredibile meccanismo per un arricchimento smisurato, a costo zero.

 

c'e' ora da chiedersi se queste stamperie bancarie internazionali, di fronte alle illimitate possibilita'

di arricchimento e di controllo che si trovano oggi ad avere, grazie alla presenza di questa immensa stortura,

possano essere interessati ad approfittarne, oppure ritengano necessario evidenziare questa anomalia

e operare per una sua correzione radicale.

 

da quello che si vede, non e' evidenziabile il minimo elemento, operato da parte della banche internazionali,

in direzione di un blocco, o almeno di una denuncia, di questa stortura.

al contrario si assiste ad una continua costruzione di regole economiche internazionali che vanno tutte e direttamente

verso la strutturazione definitiva ed il potenziamento del blocco di MDS XCR.

 

ad esempio, l’ istituzione del “fondo salva Stati” obbliga ad aderire irreversibilmente al meccanismo in corso di acquisto

della moneta stampata al valore che avra’ quando sara’ in società,

il “fiscal compact”, obbligando ad una forte riduzione della richiesta di moneta alle banche centrali, unico meccanismo

di approvvigionamento di moneta oggi previsto, ferma le azioni di Stato per creare ricchezza, cioe’ blocca MDS XCR,

e l’ inserimento del “pareggio di bilancio” in Costituzione formalizza queste procedure di blocco dell’ uso della moneta per creare ricchezza

addirittura in Costituzione.

 

se ne deve concludere che e' pienamente in corso la determinazione per l' appropriazione di queste opportunita’

a vantaggio dei sistemi bancari, che questa incredibile situazione produce

e che le operazioni di programmazione economica che vengono presentate

siano tutte operazioni indirizzate al rafforzamento di questa anomalia.

 

dunque quello che si sta realizzando risulta essere

(1) la creazione di un debito insensato ed irrisolvibile degli Stati verso elementi esterni

che hanno il diritto esclusivo a stampare moneta,

(2) il blocco di MDS XCR, per costo insostenibile nella modalita’ attuale,

(3) depressione sociale per blocco MDS XCR, motore primario di sviluppo,

(4) esclusione degli Stati dalle attivita’ economiche ed apertura totale all’ imprenditoria privata ed alla sua logica,

(5) immensa ricchezza a costo zero alle stamperie di denaro internazionali

per l’ attuale abnorme tipo di pagamento previsto per la stampa di carta moneta,

(6) svendita, sotto forma di privatizzazioni, dell’ intera ricchezza presente sul territorio degli Stati

ai realizzatori internazionali di carta moneta, per impossibilita’ di sostenere il tipo di pagamento attualmente convenuto,

da parte degli Stati, per questa stampa,

(7) controllo politico degli Stati da parte delle banche private, attraverso il ricatto debitorio ed i regolamenti economici

internazionali collegati a queste operazioni (fondo salva stati, pareggio di bilancio ecc) ,

(8) annientamento per inconsistenza di ricchezza tecnica di qualsiasi possibilita’ di azione degli Stati.

 

se si sta operando con questa grande evidenza per l 'appropriazione della ricchezza degli Stati e per il controllo dei governi,

e se questo avviene da parte di nuclei sociali ristretti e non sottoposti a controllo democratico,

lo scenario successivo che emerge puo’ essere solo la realizzazione di qualcosa di estremanente simile ad un

grande fratello” mondiale.

 

non e’ questo un attacco al mondo ?

 

probabilmente, una volta che questo potere occulto centralizzato mondiale fosse in possesso dell’ intera ricchezza del pianeta

ed in condizione di controllare per ricattabilita' debitoria ed attraverso meccanismi economici condizionanti le decisioni degli Stati,

potrebbe iniziare ad utilizzare qualcosa di simile a MDS XCR,

“finanziando” cioe' esso stesso opere per la creazione di ricchezza sul pianeta,

questa volta a costo zero.

 

deve pero' essere considerato che questa possibilita’avrebbe costi elevatissimi e comunque inaccettabili,

perche’ sarebbero:

l' assenza di democrazia, trattandosi di un potere centralizzato, ristretto e non controllato,

dove una condizione non democratica, basandosi sulla sola psicologia del potere, comporterebbe l’ ostilita’ alla partecipazione,

alla circolazione delle idee, alla creatività, alla cultura vera ed alla distribuzione della ricchezza, e quindi alla crescita reale;

si dovrebbe poi passare prima per l’ annichilimento debitorio delle collettivita’, che non potrebbe durare meno di molto tempo,

e per finire il potere di questo eventuale nucleo proprietario del mondo sarebbe molto difficilmente rimovibile, perche’ si sarebbe strutturato

attraverso complessi accordi economici e politici e sarebbe nella condizione di potersi rivalere legalmente anche con la forza

e con l' alta e l’ altissima tecnologia sempre piu’ disponibile.

 

e' assolutamente necessario quindi, per lo sviluppo, per il benessere, per la cultura, per la sostenibilità del pianeta, per la democrazia,

che questo attacco al mondo venga piu' rapidamente possibile smascherato,

in modo che non possa organizzarsi oltre il suo livello critico, ormai prossimo,

e che si smontino immediatamente i meccanismi economici su cui si basa o che sono stati creati per sostenerlo.