MOAS

Movimento per l'Adeguamento Sociale        
													

 

 torna a  Approfondimenti (articoli)

 torna alla  Prima pagina

 

 

 

 

   

 

2015, luglio 2

 

 

 

     Situazione Socio-Politica globale,

    punto della situazione   

 

di Cesidio Di Luzio 

 

 

Copyright MOAS.net  /.it

liberamente utilizzabile per scopi non commerciali,

con citazione della fonte, senza apporto di modifiche.

 

 

 

la situazione socio-politica in corso e' estremamente seria.
le tendenze prevaricative umane stanno riemergendo in modo critico,
attraverso l' attacco economico, geopolitico e militare al mondo

(teoria del debito, rivoluzioni pilotate, NATO ai confini con la Russia).
questo ha destabilizzato il medio oriente e le relative popolazioni, sta disgregando l' Europa,

e sta avvicinando il rischio di scontro nucleare usa-eu-russia,
nella direzione chiara di un grande fratello mondiale privo di democrazia, in un mondo diviso

tra una oligarchia di padroni ed un esercito di servi,
in un contesto globale miserabile.

i danni umani che tutto questo sta producendo e lo squalificante scenario culturale che viene presentato
stanno innescando il rifugio in culture religiose integraliste

e reazioni primarie di rifiuto ed attacco che vengono liquidate col termine di terrorismo
(quando queste reazioni non siano costruite per la gestione delle sopra menzionate "rivoluzioni").

tutto questo è dovuto alla carenza del freno democratico, prodotto dalla cultura,
che sta causando uno sbilanciamento eccessivo tra le pericolose tendenze aggressive della specie umana
ed il sistema che è stato costruito per il loro contenimento.

(i dettagli di queste dinamiche sono disponibili all' indirizzo:

http://www.moas.net/pubblicazioni_ingresso_it.htm , aprendo poi “MOAS4”

ed in forma sintetica all' indirizzo: http://www.moas.net/analisiepropostainsintesi_it.htm)

 
da parte della politica ufficiale europea si manifesta la totale incapacità di interpretazione e gestione,
perchè nella
politica ufficiale si dimostra essere ancora lontana l' attenzione agli sbilanciamenti menzionati,
manifestando questa solo le usuali reazioni di "indignazione e fermezza" (tutti i governi),
le discussioni su i "migranti" (causati peraltro dall' attacco economico in corso),
o la proposta di rifugio nei regionalismi (Lega nord).

tutto questo è assolutamente inefficace
perche' è privo della identificazione degli aspetti causali di base, cioè dello sbilanciamento menzionato,
con la conseguente impossibilità di identificazione e disinnesco degli elementi causali reali.

queste reazioni politiche attuali prive di logica, o in malafede, potranno solo accentuare ed aggravare quanto descritto,
perchè non agire sugli elementi causali reali comporta che questi continuino ad agire,

col risultato dell' impossibilità di una risoluzione, di un rapido aggravamento dei problemi

e di una sempre più vicina regressione sociale (se non distruzione) globale.

per tutto questo MOAS considera urgente ed indispensabile diffondere la consapevolezza di quanto realmente sta accadendo,
informare sulle cause origine reali dei seri problemi in corso e sugli elementi efficaci per il loro disinnesco,
indurre l' attenzione sulle dinamiche sociali critiche e su quelle per il loro controllo,
cioe' della necessità fondamentale del loro bilanciamento.


MOAS ha già pubblicato l' analisi dettagliata di queste dinamiche di base della società e degli elementi necessari

per il loro bilanciamento;
il tutto sarà anche presentato a breve in forma di uno schema ridottissimo per la sua migliore diffusione.