MOAS Movimento per l' Adeguamento Sociale
 
 

   torna a  Attualitā e sue analisi (MOAS)

   vai alla  Prima pagina

 
													

 

 

24 ottobre 2014

 

 

 

Roma: Agip distrugge due preziosi pini secolari per "lavori di adeguamento scarichi".

 

due magnifici pini secolari, preziosi e rari in citta', che hanno richiesto decenni per crescere, sono stati abbattuti con una superficialita' incredibile per lavori di "adeguamento scarichi".

 

 

 

     

 

        

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

 

 

oggi, 24 ottobre 2014, a Roma, in Via di Villa Chigi, i gestori di una pompa di benzina dell' Agip e la compagnia petrolifera associata,

per eseguire "lavori di adeguamento scarichi", non hanno saputo fare di meglio che tagliare due pini secolari;

sempre che non abbiano pensato di "fare un po' di pulizia", per un eccesso di aghi sul terreno.

 

un ennesimo scempio prodotto da una bassa cultura evidentemente ancora molto presente

e certamente ormai inconciliabile con il mondo attuale.

 

con un minimo di attenzione

sarebbero state possibili mille soluzioni diverse,

dalla progettazione diversa dell' intervento, all' alleggerimento della struttura dell' albero, al rinforzo della stabilita degli alberi con tiranti

o meglio ancora alla rinuncia di esecuzioni tecniche in contrasto con la cura del territorio.

 

e' stato speso denaro per peggiorare la citta'.

 

quali sono le condizioni estetiche, ambientali, psicologiche ed energetiche che si perdono ?

quanto tempo e' necessario perche' si possano avere due pini mediterranei di quelle dimensioni ?

gli alberi imbruttiscono la citta' ?

come si fa a distruggere una simile e preziosa bellezza, cosi' rara in citta', per niente ?

 

le carenze normative e di controllo si dimostrano essere molto gravi

e debbono essere rapidamente aggiornate.

 

una conferma del modo ormai inaccettabile con cui e' gestita la citta' di Roma si puo' avere anche da altro,

dagli interventi sulle strade, su cui si interviene con modalita' incredibilmente inefficienti, per cui avremo,

stabilmente, strade sempre disastrate, al pressappochismo ed alla grossolanita' delle installazioni in genere,

alla manutenzione generale bassissima, come la sporcizia diffusa ovunque,

all' abusivismo, alla grave carenza di aggiornamenti strutturali o organizzativi della citta',

vedi la sostanziale assenza di valorizzazione del patrimonio storico ed altri interventi strampalati.

 

la piu' bella citta' del mondo sta andando verso un residuo sgradevole e disordinato,

a causa proprio di questo modo di agire,

perdendo cosi' bellezza da vivere, armonia che agisce sui comportamenti, efficienza e cultura

e danneggiano la nostra esistenza.

 

vivi complimenti ai responsabili dell' ennesimo scempio,

ai gestori della pompa

all' Agip italiana ( http://travel.eni.com/iveportal/contact.do?locale=it_IT ),

al Comune di Roma

ed al Governo italiano

 

fate circolare.

 

 

 

2014 nov 06. aggiornamento.

 

ci viene inviata la seguente segnalazione, di cui ringraziamo :

in base all' art. 7 della legge 10 del 2013 č vietato l'abbattimento o danneggiamento di alberi secolari o di interesse naturalistico/storico.

solo nel caso siano stati classificati malati si sarebbe potuto procedere all'abbattimento.

info sul sito:  

http://www.conalpa.it/.../come-evitare-l-abbattimento...

http://www.conalpa.it/come-evitare-l-abbattimento-degli-alberi/il-paesaggio-e-gli-alberi/come-evitare-l-abbattimento-degli-alberi